Il baco del Secondo Millennio

Password da 16 caratteri con segni di punteggiature e maiuscole e numeri: attivata
Chiave WEP con crittografia a 128 bit: attivata
Chaivetta generatrice di password a tempo: attivata.
Firewall, antivirus, antimalaware, antitetanica, antitifoidea, fermenti lattici che arrivano vivi: attivati.
Bene si può navigare con scrupolo e molta attenzione!
Ognuno di noi è abituato a fare queste operazioni ogni giorno prima di connettersi ad internet (si lo so tranne voi utenti Linux e/o Mac, ma verrà anche per voi il momento e quando arriverà sarete impreparati e allora….), per difendere la propria privacy e i nostri dati sensibili, ma c’e un bug, un bug terribile che colpisce tutti (si anche voi che ci definite UTONTI), questo bug è impossibile da fissare, non c’è aggiornamento di sicurezza o patch che tenga, i nostri dati sono in pericolo.
Il pericolo viene dalla disattenzione, dalla negligenza, dalla superficialità di chi tratta i nostri dati. Ieri, per la terza volta nel giro di pochi mesi, in Inghilterra è stato rubato, ma le altre volte erano stati smarriti, un pc contenente un database di tutte le forze armate inglesi, con i dati dei cittadini a far data dal 1990, prima avevano smarrito i dati fiscali, prima ancora si erano persi un disco esterno con i dati di troppe carte di credito, insomma noi ci danniamo l’anima per eliminare un cockie e loro si perdono interi database, allora io mi chiedo i nostri dati saranno perennemente in pericolo? Non possiamo fare niente siamo nelle mani del fato, dobbiamo affidarci alla nostra buona stella e fare rituali scaramantici come nel Medio Evo, pare proprio di si!
Scusate ma per me E’ UNO SCHIFO, che i miei dati siano potenzialmente in mano di non si sa chi mi fa paura, non per il conto in banca (al massimo gli faccio pena e me ne versano loro un pò) ma perchè questi dati possono essere usati per illeciti e poi vai davanti ai Carabinieri e ai Giudici a spiegargli che non centri niente, si lo puoi dimostrare, ma a che prezzo e con quali conseguenze? Intanto sbattono il mostro in prima pagina e poi ………..
Il baco del Secondo Millennioultima modifica: 2008-01-23T11:45:00+01:00da redcup76
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Il baco del Secondo Millennio

Lascia un commento